CORONAVIRUS UNA GUERRA NELLA GUERRA CONTRO UN NEMICO INVISIBILE

Vorrei raccontare secondo per secondo ogni istante che sto vivendo svolgendo servizio in ambulanza a Roma con il 118. Le parole mi mancano ma per fortuna qualcuno ci assiste . Familiari che ci consegnano il proprio caro e prima di partire a sirene spiegate verso l'ospedale indicatoci dalla centrale, l'ultimo saluto fatto in pochi secondi , leggiamo neglio occhi del parente ( forse anche lui contaggiato )                  " CIAO AMORE MIO FORSE A PRESTO ".  Forse questo è il primo e unico nemico che sta uccidendo ancora prima di incontrarlo. Le immagini trasmesse in tutti media ci hanno fatto vivere emozioni  vere ma dentro uno schermo freddo e piatto. Noi in ambulanza , quando squilla il telefono della centrale per passarci un soccorso ci guardiamo in faccia e mentre ci vestiamo alla meno peggio con tute e mascherine e guanti , cerchiamo di caricare sotto la mascherina un sorriso e da lontano prima di avvicinare il paziente lo lanciamo a lui. In 812 dodici trasportati alla data odierna , qualche volta ha funzionato. Si continua a vivere a navigare orientati solo da paura anie e incomprensioni. Noi esseri umani non avevamo mai pensato di confrontarci a livello mondiale. Ora che lo stiamo facendo abbiamo scoperto meglio chi siamo veramente sia dentro che fuori. Certo è che, in qualsiasi modo la vuoi mettere, tutti i media e dico tutti, compresi gli organi di informazione dello stato non ci stanno aiutando perche anche loro impreparati da argomentazioni nuove e mondiali inaspettate , non sono riusciti a trovare il punto di confine tra notizie UMANE e notizie POLITICHE. Tutto si è mischiato e quindi a questo punto tra male ( inteso come malore fisico ) e business ( inteso come soldi ) , hanno scelto i soldi e tutti noi gli siamo andati incontro ma senza capire. Domanda : ma quanto vale la mia vita ? quanto vale la tua vita ? Oggi al 18 dicembre 2020 nessuno sa ancora rispondere a questa domanda e nella confusione più totale vince ancora l' IPOCRISIA che ci stà portando piano e indolore alla MORTE.  Vivere nella tua terra, città, nazione e dare la propria vita nel combattere oltre che un nemico invisibile e affrontare il tuo servizio con altre realtà BUGIARDE, INFAMI e PURTROPPO coperte DAL SISTEMA è la cosa più pesante che si possa vivere. dicembre 2020. Sono passati tre mesi tre, e le verita , che non conosciamo , sono sempre più avvolte da una fitta nebbia. Solo una verita' FATE TUTTI UN VACCINO . Non importa quale ma FATELO. Noi , essendo OPERATORI SANITARI , SIAMO TUTTI VACCINATI DA GENNAIO. Senza conseguenze di nessun genere e da quel momento ( mantenendo presidi di prevenzione ) VIVIAMO SERENI E TRANQUILLI SENZA CONSEGUENZE. marzo 2021 . Stiamo andando avanti tra circa 30 giorni termina il tempo della seconda dose di vaccino HFIGER effettuata il 23 gennaio 2021 .Qui viene il bello . Cosa dobbiamo fare dopo ? A noi comuni mortale è naturale farci questa domanda . Rimaniamo in attesa : siamo stati e saremo graziati dal Padre Eterno o dovremmo attendere il nostro turno di morte imposto dall'uomo ?? Giugno 2021